L'Italia e il nuovo ordine economico internazionale. Uno sviluppo controcorrente

Results of a research carried by the Istituto Affari Internazionali (IAI) and funded by the General Confederation of Italian Industry.

Details: 
Milano, Etas Libri, November 1979, 128 p. (Universale Etas ; 23)
In: 
Publication date: 
30/11/1979

Prefazione

I. La crisi dell'ordine economico del dopoguerra
1.1 Origini, natura e implicazioni della crisi degli anni settanta
1.2 La crisi degli anni '70
1.3 I vincoli alla crescita a livello nazionale e a livello gobale
1.4 Conclusione

II. La necessità di un nuovo ordine economico
2.1 Introduzione
2.2 Petrolio ed energia
2.3 FMI, euromercati e paesi del Gruppo dei 77
2.4 La pressione commerciale dei paesi del Gruppo dei 77
2.5 Valore strategico dei paesi del Gruppo dei 77

III. Il nuovo ordine economico e le sue implicazioni per l'area OCSE
3.1 Un'ipotesi quantitativa sui significate di un nuovo ordine economico
3.2 Gli Stati Uniti e l'area OCSE
3.3 Nuovo ordine economico ed integrazione europea

IV. L'Italia e il nuovo ordine economico
4.1 Considerazioni sulla posizione dell'Italia nel nuovo contesto economico internazionale
4.2 Una scelta per un nuovo ordine
4.3 lnterdipendenza e sovranità nel processo di integrazione europea
4.4 Aggiustamento ad una nuova divisione del lnvoro industriale
4.5 Dalla competitività di prezzo a quella di management
4.6 Il tasso di accumulazione
4.7 Credito all'esportazione
4.8 Il problema del costo del lavoro
4.9 Commercio e specializzazione
4.10 Leadership tecnologica e competitività internazionale
4.11 Una politica di multinazionalizzazione
4.12 Una strategia di specializzazione

Research area

Tag