La politica estera italiana. Autonomia, interdipendenza, integrazione e sicurezza

Qual’è la natura del sistema internazionale? Quali margini di autonomia esso lascia ai differenti attori del sistema? Quale la collocazione internazionale dell'ltalia? C’è un consenso sufficiente, tra le nostre forze politiche, su questa collocazione? L'ltalia corre il rischio di essere emarginata, a causa della sua endemica crisi interna, dai processi internazionali in corso? Quali sono le conseguenze internazionali dell'eurocomunismo? Dove sta l'esatta linea tra interdipendenza e interferenza nei rapporti tra l'Italia e i più importanti membri della comunità occidentale? Esiste in Italia una vera cultura di politica estera o esistono solo culture ideologizzanti? Il volume affronta e dà una risposta a questi quesiti, non in modo astratto, ma con continuo riferimento ai dati della realtà effettuale. Così vengono esaminati le relazioni Est-Ovest, i problemi monetari internazionali, le questioni connesse all'inserimento della nostra economia nel più ampio contesto mondiale, ed i modi in cui l'ltalia ha partecipato e partecipa al processo di integrazione europea, all'AIIeanza atlantica, e ai vertici tra occidentali. Viene messa a fuoco la reale portata di alcuni fenomeni, come la distensione; viene fatta giustizia di alcuni miti (come le illusioni terzomondiste); viene fatta luce su alcuni settori (come ad esempio quelli della difesa esterna dello stato) intorno a cui sussistono ancora – nonostante si creda o si voglia far credere spesso il contrario – notevoli margini di ambiguità o di dissenso tra le nostre forze politiche. Lo studioso, l'operatore e chiunque voglia rendersi conto dei problemi della nostra politica estera troverà una risposta a molti interrogativi nei capitoli di quest'opera, la cui origine si trova nei lavori di un Convegno tenutosi a Roma in occasione del primo decennale di vita dell'lstituto affari internazionali.

Proceedings of an international conference organised in Rome on 23-24 April 1976 by the Istituto Affari Internazionali (IAI).

Editors: 
Details: 
Milano, Edizioni di Comunità, January 1977, xxvii, 378 p. (Studi e ricerche di scienze sociali ; 68)
In: 
Publication date: 
30/01/1977

Presentazione, p. xi
Introduzione, Cesare Merlini, p. xiii-xxvii

Parte I. La politica
La scena internazionale alle soglie dell'ultimo quarto di secolo, André Fontaine, p. 3-9
L'Europa nel nuovo sistema politico internazionale, François Duchêne, p. 11-38
I rapporti est-ovest nell'era di Brežnev, Alberto Benzoni, p. 39-61
La Comunità europea dal compromesso del Lussemburgo al rapporto Tindemans, Riccardo Perissich, p. 63-87
Il sistema politico italiano e la politica estera, Giorgio Galli, p. 89-102
Dieci anni di politica estera italiana, Ennio Di Nolfo, p. 103-115

Parte II. L'economia
Il nuovo disordine economico internazionale e le sue conseguenze per l'Italia, John Pinder, p. 119-140
Il sistema monetario internazionale: attese mancate e prospettive, Paolo Savona, p. 141-149
Dallo sviluppo alla crisi degli scambi economici internazionali, Marcello Colitti, p. 151-167
L'economia italiana come economia intermedia, Francesco Forte, p. 169-183
Le scelte economiche nella politica estera italiana, Italico Santoro, p. 185-201
L'Italia nella Cee degli anni '70: problemi e rospettive, Bino Olivi, p. 203-222

Parte III. La difesa
La Nato e i rapporti euroamericani nell'ultimo decennio, Francesco Gozzano, p. 225-245
Il sistema di sicurezza, la Nato e la posizione italiana, Stefano Silvestri, p. 247-284

Parte IV. La cultura
L'influenza della cultura sulla formazione della politica estera italiana, Giuseppe Are, p. 287-312
La politica estera nella stampa italiana (1966-1976), Gerardo Mombelli, p. 313-336

Parte V. La discussione
L'Italia nella politica internazionale: sintesi di un dibattito, Natalino Ronzitti, p. 339-373
Notizie sugli autori e partecipanti al dibattito, p. 375-378

Research area

Tag