La Primavera Araba: Sfide e Opportunità Sociali e Economiche

Il progetto, realizzato con il sostegno del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL), ha focalizzato l’attenzione su due obiettivi e tre casi studio, Algeria, Egitto e Tunisia. Il primo obiettivo era quello d’investigare, per ognuno dei tre paesi, le principali dinamiche economiche e sociali che hanno portato al crollo dei regimi in Tunisia ed Egitto e che hanno suscitato ondate di proteste in Algeria. Il secondo era quello d’individuare le opportunità per il superamento delle sfide sociali ed economiche individuate. Le rivolte in Egitto e in Tunisia hanno riportato l’attenzione sul ruolo dei numerosi attori presenti nella società civile, organizzata e non, nel promuovere e influenzare il cambiamento in tali paesi. Per questo, il progetto rivolgeva particolare attenzione all’analisi del ruolo delle piccole e medie imprese, dei sindacati, delle associazioni di donne, e dei movimenti giovanili in ciascuno dei tre paesi.

  • Rapporto Cnel 13.12.2011, a cura di Maria Cristina Paciello
  • Sintesi del rapporto, di Maria Cristina Paciello (Documenti Iai 1115)
  • Conferenza su "La primavera araba: sfide economiche e sociali e ruolo dell’Europa", Roma, 13 dicembre 2011

 

Data inizio/fine:
 2011 - 2011
Contenuti collegati: 
(Pubblicazione) La primavera araba - 17/12/2011
(Pubblicazione) La primavera araba. Rapporto - 12/12/2011

Area di ricerca

Tag