G-NEXT- GMES pre-operational security services for supporting external actions

Il programma pluriennale G-NEXT mirava ad offrire un set di servizi a sostegno dell’azione esterna dell’Ue da integrare nell’ambiente operativo degli utenti in maniera efficace ed affidabile. La ricerca e lo sviluppo si sono concentrati sul miglioramento dei servizi dedicati alla crisis management response, correggendo le carenze esistenti e applicando un approccio pre-operativo ai servizi. Gli utenti di riferimento includevano i principali attori e stakeholders coinvolti nelle missioni Ue a supporto dell’azione esterna (Seae, Ministeri degli esteri e della difesa degli Stati membri, ecc.). Gli obiettivi del progetto erano: (a) dimostrare il contributo effettivo dei servizi geo-spaziali alla soddisfazione delle esigenze dell’azione esterna dell’Ue fornendo un set di servizi e prodotti in evoluzione e dedicati alla sicurezza; (b) coinvolgere le principali organizzazioni di utenti nel progetto mettendo a loro disposizione i servizi per le loro attività strategiche ed operative; (c) assicurare la continuità del lavoro svolto in progetti GMES precedenti, in particolare negli ambiti sicurezza (LIMES, G-MOSAIC, ecc.) ed emergenze (SAFER); (d) promuovere ed applicare sinergie con altri progetti GMES ed altre iniziative europee rilevanti; (e) sviluppare un’analisi dei benefici tenendo conto dei fattori necessari allo sviluppo di quadro operativo; (f) predisporre l’evoluzione potenziale dei servizi per il 2014 – inizio delle operazioni GMES - ed oltre.

G-NEXT era complementare al progetto G-SEXTANT, con il quale sono stati stabiliti meccanismi di interazione. Inoltre, il progetto ha preso in considerazione i risultati di BRIDGES.

Partners: e-Geos (Coordinatore) con la partecipazione di aziende e di istituti di ricerca europei
Finanziamento: Unione europea-VII Programma Quadro

Data inizio/fine:
 2013 - 2015

Area di ricerca

Tag