The Autonomy of South Tyrol: A Model for Conflict Resolution in the Post-Soviet Space?

Questo progetto, coordinato dallo IAI in collaborazione con l'Università di Trento ed il Centro di Studi Strategici (SAM) di Baku, si proponeva di analizzare il quadro giuridico dello statuto autonomo dell'Alto Adige/Südtirol, individuando i punti principali del modello, analizzando il modo in cui è stato raggiunto, e verificandone l'eventuale applicabilità a Abkhazia e Nagorno-Karabakh.
A tal fine il progetto ha esaminato lo statuto degli stati de facto durante il periodo sovietico, riservando particolare attenzione a come erano definiti i diritti delle minoranze etniche e a come erano regolati i rapporti di tali minoranze con le rispettive repubbliche socialiste di appartenenza. La ricerca cercava di comprendere quali carenze del modello sovietico di autonomia hanno causato la disaffezione delle minoranze verso tale modello ed alimentato la violenza. Nel periodo post-bellico diverse proposte di pace sono state redatte dai governi degli stati riconosciuti, ma nessuna ha avuto successo o è stata di stimolo ad un ulteriore dibattito. La fase finale della ricerca ha verificato se alcuni principi del modello dell'Alto Adige/Südtirol possano essere inseriti in proposte di pace già definite (o nuove) allo scopo di renderle più interessanti per le parti in conflitto.

Convegni:
»  30 novembre 2012: seminario su "The autonomy of Trentino/South Tyrol: A model for conflict resolution in the post-Soviet space?"
»  27 settembre 2012: seminario su "Assessing the peace process over Nagorno-Karabakh"

Data inizio/fine:
 2012 - 2012

Area di ricerca

Tag