Social, Economic and Political Dynamics in Tunisia and the Related Short- to Medium-Term Scenarios

Di tutti i paesi della primavera araba, la Tunisia è il solo in cui una transizione democratica ha avuto luogo. Ora che tutte le istituzioni democratiche del paese sono al lavoro, e dopo le elezioni parlamentari e presidenziali del 2014, resta da vedere se la democrazia potrà consolidarsi. Il regime deve infatti affrontare gravi crisi che mettono in dubbio la sua capacità di sopravvivere. Le dinamiche politiche in atto dopo le elezioni del 2014 che hanno portato al potere Nidaa Tounes non possono essere comprese senza tener conto delle condizioni in cui è avvenuta la transizione politica. Il Dialogo nazionale promosso dal Quartetto, che è stato recentemente insignito del Premio Nobel per la Pace, è la chiave per comprendere il processo di consolidamento della democrazia in corso. Tenendo conto dei fattori sia contingenti che strutturali, questo saggio analizza come il contesto può determinare le scelte della presidenza tunisina e del governo Essid, nonché le implicazioni relative alla loro legittimità.

Documento prodotto nell'ambito della rete di ricerca New-Med, ottobre 2015. Vedi anche The National Dialogue, Collusive Transactions and Government Legitimacy in Tunisia, in The International Spectator, Vol. 51, No. 1 (March 2016), p. 99-112.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, ottobre 2015, 17 p.
Allegati: 
Numero: 
15|41
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-98650-65-1
Data pubblicazione: 
19/10/2015

Introduction
1. Political dynamics
1.1 The game of political alliances
1.2 Start of a de-legitimacy?
2. Recession, economic policy and the threat of social crisis
3. Terrorism and insecurity: incompetence and authoritarian temptation
Conclusion
References

Area di ricerca

Tag