The Security-Migration-Development Nexus in the Sahel: A Reality Check

Politici ed esperti sottolineano sempre di più il nesso tra migrazione, sicurezza e sviluppo nel Sahel, una delle regioni più povere del mondo. Contrariamente all’opinione prevalente, livelli più elevati di sviluppo economico e umano non si traducono automaticamente in una riduzione dei flussi migratori – ma a volte nel contrario. Sarebbe anche opportuno riconsiderare l’idea secondo cui i conflitti armati provocano automaticamente forti flussi migratori. Le politiche sostenute e definite dagli attori esterni alla regione, come Unione europea e Stati Uniti, sembrano comprendere come sia necessario un approccio multilivello ma talvolta tendono a soddisfare esigenze politiche incongruenti. C’è un urgente bisogno di politiche coerenti, basate più sulla realtà e meno sulla paura, e di una co-responsabilità locale nell’attuare tali politiche se si vogliono evitare ulteriori ricadute negative delle migrazioni.

Studio preparato nell'ambito del progetto “La revisione del legame sicurezza-migrazione-sviluppo: una prospettiva dal Sahel”, agosto 2017.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, settembre 2017, 19 p.
Allegati: 
Numero: 
17|26
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-055-4
Data pubblicazione: 
25/09/2017

Introduction
1. Tsunami or mountain creeks? A reality check of migration in the Sahel
2. The migration-development nexus
3. The migration-security nexus
4. Options to improve the EU and US contributions to the governance of the security-migration-development nexus in the Sahel
References

Area di ricerca

Tag