Rapporto sulla politica estera italiana: il governo Renzi. Edizione 2016

Le sfide più impegnative di politica estera con cui si è misurato il governo Renzi – la crescente instabilità del vicinato, la crisi migratoria, l’acuirsi della minaccia terroristica, le riemergenti turbolenze finanziarie – possono trovare un’efficace risposta solo a livello europeo, in una rinnovata capacità dei membri dell’Ue di agire in modo collettivo e solidale. L’Unione europea è in effetti rimasta il principale campo di azione della diplomazia italiana. Tuttavia, i progetti di riforma delle politiche Ue sostenuti o promossi dal governo, che miravano a rafforzare i meccanismi e gli strumenti di integrazione e solidarietà fra i paesi membri in settori chiave come la governance economica e la politica migratoria, hanno fatto limitati progressi. Vi sono state anche periodiche tensioni con le istituzioni europee, che hanno fatto riemergere una disputa mai sopita sulla ripartizione dei compiti e delle responsabilità tra livello europeo e nazionale. Alcune persistenti debolezze strutturali dell’Italia hanno continuato a limitarne la proiezione internazionale, ma lo sforzo del governo per rafforzare il ruolo del paese in diverse aree di primario interesse nazionale, a partire dal Mediterraneo, ha dato alcuni frutti significativi. L’Italia ha continuato a partecipare a numerose missioni internazionali di natura civile o militare, in alcuni casi anche con responsabilità di comando. La riforma dello strumento militare ha però segnato il passo. Anche nel campo del diritto l’Italia dovrebbe colmare alcune lacune che pesano negativamente sulla sua credibilità internazionale.

Presentato alla conferenza "La politica estera del governo Renzi e le opzioni post-Brexit", Roma, 21 luglio 2016. Disponibili in inglese il capitolo 1.1 (Ruolo e posizioni in Europa), pubblicato come "Italy's Role in Europe under Renzi" in (Documenti IAI 15|20) e il capitolo 2 (La politica di sicurezza e difesa), pubblicato come "Recent Developments in Italy's Security and Defence Policy" (Documenti IAI 15|19).

Dati bibliografici: 
Roma, Nuova Cultura, luglio 2016, 155 p.
Allegati: 
Numero: 
17
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-6812-713-8
Data pubblicazione: 
21/07/2016

Lista degli Autori, p. 7-8
Lista degli acronimi, p. 9-10
1. Le scelte in Europa
1.1 Ruolo e posizioni in Europa, di Ettore Greco, p. 13-19
1.2 L’agenda economica dell’Unione europea, di Ferdinando Nelli Feroci, p. 21-25
1.3 La governance economica europea, di Fabrizio Saccomanni, p. 27-33
1.4 La riforma delle istituzioni, di Gianni Bonvicini, p. 35-39
1.5 La politica estera europea, di Nicoletta Pirozzi e Lorenzo Vai, p. 41-45
2. La politica di sicurezza e difesa, di Alessandro Marrone e Vincenzo Camporini, p. 47-55
3. Strategia e priorità della politica migratoria, di Marcello Di Filippo, p. 57-63
4. La politica energetica, di Nicolò Sartori, p. 65-69
5. La cooperazione allo sviluppo, di Luca De Fraia, p. 71-74
6. La promozione dell’italiano, di Iacopo Viciani, p. 75-78
7. Il conflitto in Ucraina e le sanzioni contro la Russia, di Giovanna De Maio e Daniele Fattibene, p. 79-83
8. Conflitto e cooperazione nel Mediterraneo e in Medio Oriente
8.1 Il conflitto in Libia, di Roberto Aliboni, p. 87-91
8.2 Siria, Iraq e Palestina, di Andrea Dessì, p. 93-99
8.3 Egitto, di Azzurra Meringolo, p. 101-105
9. L’Africa subsahariana, di Nicoletta Pirozzi, p. 107-111
10. I rapporti con la Cina, di Giovanni Andornino, p. 113-116
11. Internazionalizzazione e attrazione degli investimenti esteri, di Andrea Renda, p. 117-120
12. La politica spaziale, di Jean-Pierre Darnis e Alessandra Scalia, p. 121-125
13. Problemi di diritto internazionale, di Natalino Ronzitti, p. 127-136
Sintesi, p. 137-147
Appendice documentaria con statistiche, p. 149-155

Area di ricerca

Tag