The New US President: Implications for the Middle East and North Africa

Alle elezioni presidenziali americane dell’8 novembre si assisterà a un confronto tra due diverse visioni del futuro degli Stati Uniti. Anche se i dibattiti tra i candidati alla presidenza sono centrati soprattutto su questioni interne, ivi compresa l’economia, il commercio e la polarizzazione della società, solitamente il Medio Oriente e il Nord Africa sono stati molto importanti per la politica estera degli Stati Uniti. In questo contesto è importante quindi considerare i possibili cambiamenti e la possibile continuità nell’approccio alla regione del nuovo presidente degli Stati Uniti, con particolare attenzione a obiettivi, tattiche, strumenti e alleanze di questa politica. Hillary Clinton e Donald Trump concordano su ben poco, ma sembrano condividere la convinzione che la strategia per la regione del presidente Barack Obama e le varie tattiche non abbiano funzionato granché bene. In questo saggio l’autore passa in rassegna le molte sfide che attendono il prossimo presidente Usa in Medio Oriente e nel Nord Africa, formulando al tempo stesso una serie di previsioni sul possibile corso della politica estera americana sotto la presidenza Clinton o sotto quella di Trump.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, ottobre 2016, 6 p.
Allegati: 
Numero: 
Future Notes 2
Data pubblicazione: 
11/10/2016

New “Mission Statement”
Tactical Challenges
Iran
Israeli-Palestinian Conflict
Russia
Turkey
Libya and Yemen

Conclusions

Area di ricerca

Tag