Il futuro delle capacità satellitari ai fini della sicurezza in Europa: quale ruolo per l'Italia?

Il presente volume considera il valore strategico dello spazio al di là di un suo utilizzo puramente operativo (ad esempio nel quadro di missioni di peace-keeping e di monitoraggio di attività illecite) prestando particolare attenzione agli aspetti politici, tecnologici e industriali legati allo sviluppo del settore spaziale e alle loro ricadute in ambito nazionale ed europeo. Alla luce del ruolo di avanguardia del nostro paese a livello europeo e globale, il volume si concentra principalmente sul caso studio italiano – sottolineando le specificità del comparto spaziale nazionale e il ruolo delle tecnologie esistenti alla luce dei relativi interessi strategici. Lo studio offre inoltre un’analisi dello sviluppo di capacità satellitari per la sicurezza e difesa nell’Unione europea e nei principali paesi membri (Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna). In base al paradigma industriale della nuova Space Economy (NSE), il volume illustra come attualmente le potenze spaziali europee, Italia inclusa, pur possedendo solide competenze tecnologiche si trovino a dovere rispondere a cambiamenti e nuove sfide nel comparto spaziale, in termini sia di competizione industriale sul mercato globale sia di tutela dei propri interessi strategici per quanto concerne le implicazioni di sicurezza e difesa. Nel caso dell’Italia, alla luce delle dirompenti sfide che interessano il settore a livello mondiale, le attività spaziali necessitano più che mai di una visione strategica comune e di sostegno programmatico sia finanziario sia istituzionale. Tale sostegno da parte del sistema-Paese deve essere orientato a garantire la continuità delle filiere esistenti nonché a sostenere le capacità presenti e svilupparne di nuove in linea con la richiesta di mercato e le esigenze della comunità di sicurezza e difesa.

Presentato alla conferenza "Il futuro delle capacità satellitari ai fini della sicurezza in Europa: quale ruolo per l'Italia?", Roma, 26 gennaio 2017.

Dati bibliografici: 
Roma, Nuova Cultura, dicembre 2016, 170 p.
Allegati: 
Numero: 
18
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-6812-798-5
Data pubblicazione: 
31/12/2016

Acronimi, p. 7-12
Introduzione, p. 13-16

1. Le capacità satellitari: risorse dal valore strategico per la sicurezza e la difesa, di Alessandra Scalia, p. 17-65
1.1 Lo spazio come risorsa strategica
1.2 Il potere spaziale nel corso della storia delle attività spaziali
1.3 Lo spazio nelle relazioni internazionali
1.4 La specificità dello spazio e delle tecnologie spaziali
1.5 Le tecnologie spaziali e le nuove sfide di sicurezza
1.6 Le tecnologie di osservazione della terra
1.6.1 Le applicazioni di osservazione della Terra per la sicurezza nel contesto europeo
1.7 I satelliti per le telecomunicazioni
1.7.1 I satelliti SatCom per la sicurezza nel contesto europeo
1.7.2 Le applicazioni delle capacità SatCom per la sicurezza
1.8 Le applicazioni satellitari per scopi militari da parte di agenzie europee
1.8.1 Le applicazioni militari EO e SatCom nel quadro delle missioni PSDC
1.9 Le capacità satellitari per la sicurezza fra nuovi attori e sfide emergenti
1.9.1 Nuovi attori emergenti nella comunità spaziale internazionale
1.9.2 Le sfide di sicurezza nell’arena spaziale: nuovi rischi e criticità

2. Il mercato europeo e le filiere EO e SatCom, di Nicolò Sartori, p. 67-97
2.1 Una lunga storia spaziale
2.2 Lo spazio e la sicurezza europea
2.3 Dalle dichiarazioni ai progetti
2.3.1 Copernicus
2.3.1.1 L’utilizzo operativo di Copernicus per la sicurezza
2.3.1.2 Gli spin-off di sicurezza delle applicazioni civili di Copernicus e i nuovi domini di impiego
2.3.2 GovSatCom
2.4 Una politica industriale europea per lo spazio
2.5 La frammentazione dei mercati nazionali
2.5.1 Osservazione della Terra
2.5.2 SatCom

3. L’Italia: potenza spaziale europea, di Alessandra Scalia, p. 99-130
3.1 La nascita del programma spaziale italiano
3.2 Le specificità del contesto spaziale italiano
3.3 Il comparto industriale spaziale italiano
3.4 Le capacità EO e SatCom dell’Italia e la loro applicazione nel settore della sicurezza
3.5 Linee di cooperazione per lo sviluppo satellitare
3.5.1 Le capacità di osservazione della Terra: obiettivi programmatici e iniziative di collaborazione
3.5.2 Le telecomunicazioni satellitari: obiettivi programmatici e iniziative di collaborazione
3.6 Gli sviluppi istituzionali e le criticità del settore spaziale nazionale

4. La New Space Economy: implicazioni per la filiera italiana ed europea e le applicazioni di sicurezza e difesa, di Jean-Pierre Darnis, p. 131-152
4.1 La New Space Economy
4.2 Le prospettive applicative e di mercato per la sicurezza e la difesa: quali implicazioni per l’Europa e l’Italia?
4.2.1 La New Space Economy: quali opportunità per l’Europa?
4.2.2 Il caso italiano: verso uno sviluppo integrato dello spazio?

Conclusioni, p. 153-159
Bibliografia, p. 161-170

Area di ricerca

Tag