Cybersecurity: Unione europea e Italia. Prospettive a confronto

Le tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni (ICT) rivestono un ruolo centrale nelle funzioni chiave delle società moderne, costituendo l'asse portante delle infrastrutture. L'incremento delle opportunità legate alle ICT è accompagnato da un parallelo incremento delle vulnerabilità. Il Quaderno affronta la questione della cybersecurity, quale nuova e crescente esigenza di sicurezza per la crescita economica e sociale, attraverso l'analisi delle iniziative intraprese a livello di Unione europea e in Italia. UE e Italia si stanno dotando degli strumenti tecnici e normativi minimi necessari alla gestione della cybersecurity: l'UE con un ruolo di riferimento per le iniziative nazionali, l'Italia con rinnovato slancio sulla base del Quadro strategico nazionale per la sicurezza dello spazio cibernetico e del relativo Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Nuova Cultura, agosto 2014, 138 p.
Allegati: 
Numero: 
12
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-6812-364-2
Data pubblicazione: 
05/08/2014

Lista delle abbreviazioni, p. 7
Executive summary, p. 11
Introduzione, p. 17

1. Unione europea
1. Evoluzione delle politiche europee in ambito cyber, p. 22
2. L'ENISA, p. 25
3. La strategia dell'Unione europea per la cibersicurezza, p. 35
   3.1 Resilienza
   3.2 Lotta al cybercrime
   3.3 Cyberdefence policy
   3.4 Risorse tecnologiche
   3.5 International cyberspace policy
   3.6 Ruoli e responsabilità
4. Organi rilevanti, p. 50
5. Elementi critici, p. 56
6. Elementi valutativi, p. 57

2. Italia
1. Le prime politiche italiane in ambito cyber, p. 63
2. Verso una maggiore consapevolezza dei rischi nel cyber spazio, p. 68
3. La relazione del COPASIR, p. 73
4. Sviluppi recenti, p. 77
   4.1 Il 2011
   4.2 Il 2012
5. I passi avanti del 2013, p. 82
   5.1 Il DPCM 24 gennaio 2013
   5.2 Il Quadro strategico e il Piano nazionale del dicembre 2013
6. Lo stato di attuazione delle linee guida ENISA, p. 100

Conclusioni, p. 113
Bibliografia, p. 125

Area di ricerca