Authoritarian Stability through Perpetual Democratisation

Che in Marocco la monarchia sia sopravvissuta alle rivolte arabe non ha sorpreso nessuno. Dal momento in cui il re ha recuperato la leadership politica avviando la riforma della costituzione il movimento di protesta ha perso slancio, e ha avuto rapidamente termine qualsiasi contestazione al primato della monarchia nel sistema politico del paese. Sono state suggerite diverse spiegazioni della sopravvivenza dell’autoritarismo in Marocco, che si rifanno però in genere a punti di vista convenzionali (e forse oggi non più validi) sulla politica del Marocco. La presente analisi va al di là di queste spiegazioni tradizionali, concentrandosi su quei fattori meno evidenti che hanno contribuito alla sopravvivenza della monarchia. Una spiegazione più sofisticata di come il regime sia sopravvissuto può aiutare a comprendere quale sarà il futuro del Marocco e quali sono le sfide e le opportunità che lo aspettano.

Documento prodotto nell'ambito della rete di ricerca New-Med, ottobre 2015. Vedi anche Morocco: The Promise of Democracy and the Reality of Authoritarianism, in The International Spectator, Vol. 51, No. 1 (March 2016), p. 86-98.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, ottobre 2015, 20 p.
Allegati: 
Numero: 
15|43
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-98650-67-5
Data pubblicazione: 
26/10/2015

Introduction
1. The Moroccan Spring
2. Why authoritarianism persists
3. What does the future hold?
References

Area di ricerca

Tag