Migranti: il fronte dei respingimenti

L’importanza di bloccare le partenze dei migranti e i loro sbarchi in Europa trova facilmente d'accordo i ministri dell'Interno italiano Salvini, tedesco Seehofer e austriaco Kickl, che s’incontrano a Innsbruck per una riunione informale Ue. I movimenti secondari "non sono un problema", dicono, una volta risolti quelli primari; per il momento, però, lo restano. L'ennesimo braccio di ferro sull'approdo in Italia di una nave carica di migranti ricorda quanto la strada per risolvere il problema sia ancora lunga.

Tag