Gerusalemme, la svolta di Trump

La decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme "Capitale d'Israele", riaccende la polveriera mediorientale, attirandosi l'indignazione di buona parte della comunità internazionale e provocando scontri e proteste a Gaza e in Cisgiordania. Così gli Usa rimettono in discussione quella soluzione "due popoli due Stati" promossa da vent'anni, e lasciano un punto interrogativo sul loro ruolo futuro nel processo di pace.

Tag