Sicurezza e difesa

Direttore: Jean-Pierre Darnis
Responsabili di ricerca: Federica Di Camillo, Alessandro Marrone, Nicolò Sartori
Ricercatori: Tommaso De Zan, Paola Tessari, Alessandro Ungaro
Assistenti alla ricerca: Cristian Barbieri, Daniele Fattibene, Paola Sartori, Ester Sabatino, Alessandra Scalia
Consiglieri scientifici: Vincenzo Camporini, Michele Nones, Stefano Silvestri

Il Programma Sicurezza e Difesa (S&D) dello IAI si colloca al crocevia tra le politiche adottate dalle istituzioni nazionali ed internazionali nel campo sicurezza&difesa, le dinamiche industriali e tecnologiche, gli sviluppi operativi in ambito militare e di sicurezza civile, ed il livello politico-strategico nel contesto euro-atlantico. Si tratta di una realtà e di una specializzazione uniche in Italia.

Il Programma S&D ha sviluppato un’esperienza decennale in fatto di progetti europei, a partire già dal Sesto Programma Quadro per proseguire poi con il Settimo fino ad Horizon 2020, e attraverso ricerche per Agenzia Europea per la Difesa, Parlamento Europeo, Agenzia Spaziale Europea, Nato e diversi soggetti italiani e stranieri, pubblici e privati. In parallelo, dagli anni 2000 vengono condotte anche attività di ricerca periodiche sulla difesa europea e sui bilanci ed industria della difesa.

Il team di ricercatori S&D guida progetti di ricerca, elabora e cura pubblicazioni scientifiche, ed organizza conferenze pubbliche e seminari a porte chiuse, sulla base di un approccio multidisciplinare, attento ai risvolti strategici, politici, istituzionali, legali, economici, operativi e tecnici delle tematiche oggetto di studio e analisi. Le tematiche comprendono la sicurezza interna, la politica di difesa dell’Italia, la politica spaziale italiana ed europea, l’industria dell’aerospazio, difesa e sicurezza, l’Europa della difesa e la Politica Estera e di Sicurezza Comune (PESC), la NATO e la sicurezza euro-atlantica, la sicurezza internazionale.

Il Programma S&D ha costruito nel tempo un’ampia rete di rapporti con le istituzioni italiane (Ministeri della Difesa, degli Esteri e dello Sviluppo Economico, Presidenza del Consiglio, Parlamento) europee e transatlantiche, nonché con interlocutori nel settore privato in Europa, dal livello dei policy-makers a quello degli end-users (utenti finali), anche attraverso l’attiva partecipazione a piattaforme per ricerca e sviluppo.  Al tempo stesso, il team S&D ha avviato una serie di collaborazioni con oltre 100 think tanks, istituti e università in Europa, Nord America e nel vicinato dell’UE, concretizzatesi negli anni in progetti di ricerca e studi di varia natura.

La realtà attuale poggia su una storia iniziata nel 1967 con le prime ricerche IAI nel settore della sicurezza, svolte con i maggiori centri studi americani e dell’Europa occidentale, e proseguita nei decenni successivi su tematiche diverse ma complementari, dal “fianco sud” della NATO al processo di integrazione europea nel campo della difesa sviluppatosi negli anni ’90.

Oggi il Programma S&D conta su 10 ricercatori con un mix di expertise senior e junior, che in modo flessibile formano di volta in volta gruppi di ricerca in base alla tematica da affrontare: questo modus operandi ha permesso e permette al team S&D di lavorare in modo sinergico su oltre 20 progetti di ricerca in contemporanea.