Uso e sviluppo delle armi autonome. Prospettive per un controllo a livello internazionale

Le armi sono da tempo oggetto di regolamentazione sia per quanto riguarda il loro uso sia per quanto riguarda la loro proibizione. La comunità internazionale ha sperimentato e tuttora sperimenta vari metodi, applicando principi generali, vietandone l’uso, ma non il possesso, oppure proibendone la costruzione e il possesso. Gli strumenti impiegati consistono in trattati internazionali, taluni, in tutto o in parte, sviluppatisi in diritto consuetudinario o in dichiarazioni e/o corpo di disposizioni non giuridicamente vincolanti (c.d. soft law). Il dibattito sulle armi autonome, attualmente in corso, riguarda i vari metodi di regolamentazione, prendendo a modello le convenzioni già esistenti. Preliminare a qualsiasi regolamentazione dovrebbe essere la definizione dell’arma. Tema su cui manca un consensus, anche perché molti sostengono che non esistono armi effettivamente autonome. Non vi è neppure accordo sulla necessità di una loro regolamentazione o comunque sul tipo di regolamentazione più opportuno. Le armi autonome sono connesse allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e alla robotica che ha compiuto passi da gigante in relazione agli impieghi civili, ma è anche oggetto di studio e applicazione da parte dell’industria bellica. Tralasciando versioni avveniristiche e catastrofiche, la questione dello sfruttamento dell’intelligenza artificiale a fini militari rappresenta un reale problema. In questa Nota si darà conto del dibattito in corso, enucleando i punti salienti, a cominciare da quello della definizione di arma autonoma.

Authors: 
Details: 
Roma, Camera, March 2018, 12 p.
Attachments: 
Issue: 
Note 81
Publication date: 
17/04/2018

Definizione di arma autonoma
Elementi della definizione
Tipologia e distinzione delle armi autonome
Problemi di diritto internazionale umanitario
I lavori nell’ambito della Conferenza sul disarmo e nel quadro della Conferenza di riesame della CCW
Le tre conferenze di esperti (2014-2016)
La conferenza di esperti governativi (2017 ed i seguiti 2018)
Problematiche rilevanti per una disciplina delle armi autonome
Le posizioni espresse dagli Stati nei working paper
La posizione dell’Italia
La posizione dell’Unione europea
Le posizioni delle ONG
Conclusione

Related content: 

Research area

Tag