Quando sono utili le sanzioni internazionali? L'Italia, la Russia e l'Unione Europea

L’Unione Europea ha adottato sanzioni contro la Federazione Russa nel 2014 dopo che il governo di Mosca si è annesso la Crimea e ha dato sostegno politico e militare a ribelli separatisti del Donbass, in Ucraina orientale. Quattro anni dopo la situazione in Ucraina non presenta sostanziali miglioramenti, e pertanto l’efficacia delle sanzioni – che naturalmente comportano costi anche per l’ente sanzionante – è in discussione. Il prossimo dicembre il Consiglio dell’Unione Europea dovrà decidere se estendere o meno le sanzioni. L’Italia può esercitare una tra queste quattro diverse opzioni: rinnovo, rinnovo condizionato, opposizione coordinata od opposizione unilaterale. Questo rapporto individua costi e benefici di ognuna di queste opzioni.

Authors: 
Details: 
Rome, Senate, October 2018, 27 p.
Attachments: 
Issue: 
Approfondimenti 142
Publication date: 
25/10/2018

Executive Summary
Introduzione
Che cosa sono le sanzioni
Come funzionano, a cosa servono, e come valutarle
Chi può imporre le sanzioni?
Le sanzioni dell’Unione Europea
Successi e fallimenti
Il caso della Russia
L’utilità delle sanzioni
Cosa può fare l’Italia?
Conclusione
Appendice
Bibliografia

Related content: 

Research area

Tag