2012: un'analisi dei rischi strategici

In questo studio sono elencate una serie di questioni potenzialmente a rischio di crisi nel corso del 2012. Le questioni sono ordinate in base ad un semplice criterio: se il loro potenziale impatto sia globale, regionale o semplicemente nazionale. Nel selezionare le potenziali crisi ad impatto globale e regionale, ci si è concentrati sulle questioni che più interessano l’Italia. L’elenco che segue può essere pertanto essere rappresentato come una serie di tre cerchi concentrici sempre più piccoli, con l’Italia al centro. Questo l’ordine dei contenuti:

  • Crisi ad impatto globale: Recessione economica, Proliferazione nucleare, Crisi energetica, Conflitto cibernetico Usa-Cina
  • Crisi ad impatto regionale: Collasso dell’eurozona, Diminuzione della legittimità ed efficienza dell’Unione Europea, Rivalità sunniti-sciiti, Arresto/Inversione della transizione in Egitto, Instabilità interna e politica estera della Russia, Crisi nel Corno d’Africa
  • Crisi ad impatto nazionale: Uscita dell’Italia dall’eurozona, Recrudescenza di terrorismo interno, Interruzione degli approvvigionamenti energetici dal Nord Africa, Crisi nella cooperazione franco-italiana nel settore della difesa
Editors: 
Details: 
Roma, Camera dei deputati, February 2012, 102 p.
Attachments: 
Issue: 
Rapporti 6
Publication date: 
29/02/2012

I. Centro Studi Internazionali (CeSI)
Proiezione scenari di crisi 2012

Presentazione
Africa sub-sahariana
Rischio regionale
Nigeria: Incremento delle attività terroristiche di Boko Haram
Mali: Intensificazione della ribellione armata del MNLA
AQIM: Intensificazione delle attività di destabilizzazione nell'area saheliana
Somalia: Fallimento dell'offensiva contro Al Shabaab/AQEA e disintegrazione politica del Paese
Sud Sudan: Instabilità politica
Rischio per l'Italia
Nigeria: Ripresa degli attacchi del MEND contro infrastrutture petrolifere italiane
Somalia: Incremento delle attività di pirateria
AQEA: Rapimenti di cittadini italiani nel Corno d'Africa
Medio Oriente
Rischio globale
Siria: Intensificarsi della guerra civile e coinvolgimento attori esterni
Iraq: Crisi di governo e questione curda
Rischio regionale
Yemen: Lotta tribale per il potere
Rischio per l'Italia
Libia: Anarchia istituzionale
Libano: Rafforzamento realtà jihadiste nel Sud del Paese
Asia
Rischio globale
Iran: Attacco contro i siti nucleari iraniani da parte di USA e/o Israele con annessa turbativa del libero passaggio per Hormuz
Rischio regionale
Mar Cinese Meridionale/Orientale e Mar delle Filippine: Incidente in mare e annessa escalation di tensioni regionali
Rischio per l'Italia
Golfo Persico: Escalation delle tensioni nel Golfo Persico con relativo apprezzamento del greggio
Considerazioni metodologiche

II. Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI)
I principali rischi del 2012 a livello internazionale

1. Breve premessa metodologica
2. Premessa
3. Crisi economica (e politica) dell'Eurozona
4. Crisi politica in Nord Africa e Medio Oriente
5. Clima, ambiente e calamità naturali
6. Escalation della crisi legata al programma nucleare in Iran

III. Istituto Affari Internazionali (IAI)
Scenari di crisi per il 2012

Introduzione
Rischi ad impatto globale
Recessione economica
Proliferazione nucleare in Corea del Nord e Iran
Crisi energetica
Conflitto cibernetico Usa-Cina
Rischi ad impatto regionale
Collasso dell'eurozona
Minore legittimità ed efficacia delle istituzioni Ue
Rivalità sunniti-sciiti
Arresto/inversione della transizione democratica in Egitto
Instabilità interna e politica estera della Russia
Instabilità e insicurezza nel Corno d’Africa
Rischi ad impatto nazionale
Uscita dell'Italia dall’eurozona
Recrudescenza di terrorismo interno
Interruzione delle importazioni energetiche dal Nord Africa
Crisi della cooperazione franco-italiana nel settore della difesa

IV. Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI)
Previsioni 2012

Rischi globali
1. Disimpegno statunitense e "derive paranoiche"
2. L'Europa come fonte di instabilità mondiale
3. L'Iran e la sicurezza degli approvvigionamenti energetici mondiali
4. Lo spettro del protezionismo
5. Una "primavera russa"?
Rischi regionali
1. Crisi siriana: un altro Iraq?
2. La difficile transizione dell'Egitto
3. Reazioni a catena nel Corno d'Africa
4. I conflitti del Caucaso meridionale
5. Le tensioni nella penisola coreana
Rischi per l'Italia
1. Il circolo vizioso "austerity-recessione-austerity..."
2. La mancata riforma della governance economica mondiale
3. L'incognita libica
4. Il costo dell'energia e la sicurezza di approvvigionamento

Research area

Tag